ChePassione! Black Lips

Ciao a tutte ragazze! Dopo il mio lungo silenzio eccomi ritornata con un articolo a cui tengo molto: le labbra tinte di nero. Sono sempre stata attirata dal dark o il gothic tanto che, fino a qualche anno fa, quello era io mio stile. Nonostante i cambiamenti di gusti, la passione per i rossetti neri non mi è solo rimasta, ma anzi è diventata un’ossessione: se prima mi accontentavo di una matita a lunga durata per ottenere un bel nero, ora necessito ogni singolo rossetto, tinta, gloss neri di qualsiasi brand cosmetico.

In questo post volevo illustrarvi i miei tre prodotti preferiti, scelti per texture: vi vorrei infatti mostrare come l’effetto del nero cambi a seconda del finish completamente opaco, cremoso o glossy.

IMG_1340

IMG_1341

Velvetines, Black Velvet – Lime Crime

Questa tinta labbra è il mio tesoro! Ordinata dall’America tra mille avventure (se volete potete leggere i post dedicati a questo brand), questa tinta è famosissima in tutto il mondo per il suo finish total matte. Unica pecca: secca un sacco le labbra, al punto da dar fastidio dopo qualche ora se non sono perfettamente idratate! La durata è imbattibile e soprattutto non si trasferisce.

Black Velvet

Luscious Cream, 523 nero – Kiko

Il mio rapporto con questo rossetto è altalenante: il finish cremoso nutre le labbra completando il tutto con microglitter verdi molto delicati ma la durata è davvero pessima! Infatti io solitamente lo uso sopra alla tinta labbra di Lime Crime affinchè duri di più.

Kiko nero

Vinyl Lacquer, Provocative Black – Sephora

Mi ero aggiudicata questo gioiellino ai saldi di Sephora ed era l’ultimo pezzo, mamma che c*** :D! Comunque onestamente da solo questo insolito gloss nero è poco pigmentato e non molto resistente, ma abbinato ai suoi fratelli opachi è una bomba! L’effetto è di avere un lago nero sulle labbra. Ovviamente con un gloss del genere non puoi fare niente: non puoi bere, baciare o mangiare senza sporcare ogni cosa di nero!

Sephora Black

Ecco i miei tesori (cit. Gollum), a voi quale effetto piace di più?

Annunci

Haul Sephora

Ciao ragazze! L’atmosfera del Natale inizia a farsi sentire nell’aria e nelle mie finanze: infatti in questo periodo dell’anno mi viene un’irrefrenabile voglia di Spendere con la S maiuscola! Così con uno dei tanti sconti privati di Sephora sono andata a fare un salto in negozio.

Vediamo cosa ho preso!

IMG_1479

Eccoli qua!

IMG_1480

Due pennelli firmati Sephora per l’applicazione ci cipria, bronzer e blush in polvere.

IMG_1483

Cipria Make Up Forever, fondotinta Star Dior e combo primer e mascara Urban Decay (perversione e subversion)

Ed ecco tutti i samples che mi hanno regalato per la grande spesa:

IMG_1482

Crema giorno, notte e siero idratante Guerlain

IMG_1486

Campioncini profumi Eros Donna di Versace, Jeu d’amour di Kenzo e la body lotion The One di Dolce e Gabbana

IMG_1487

La borsa in simil pelle molto “trasgressive”

Tutto questo per la modica cifra di €151. Effettivamente con quei soldi probabilmente portavo a casa tutto lo stand di Essence o Kiko, è vero, ma purtroppo alcuni prodotti li devi proprio pagare se li vuoi nella tua collezione.

Appena avrò il tempo materiale per provarli tutti quanti, insieme a quelli del precedente Haul da Acqua&Sapone, ve li recensirò sul blog!

Per non perdere nessun articolo, segui il blog e metti “Mi Piace” alla pagina Facebook BloodyRandy Make Up

Bye beauties!!

KIKO: natural concealer

Ciao a tutte ragazzi e ragazzi! Oggi argomento delicato: il correttore. Perchè delicato? Perchè se si parla si correttori si parla anche di difetti.

La mia pelle è mista: ovvero presenta uno strato inferiore grasso che produce molto sebo e uno strato superiore secchissimo che non lo lascia sfogare; il risultato sono piccole sacche si sebo bianche chiamate comunemente “granellini di miglio” o “chicchi di riso”. Non ho mai sofferto d’acne per questo motivo ma ogni tanto il Brufolo con la B maiuscola esce anche alla sottoscritta così, mi sono recata da Kiko per avere una soluzione nei casi di emergenza visto che è un problema sporadico. La commessa mi ha consigliato il Natural Concealer 04 (in tonalità verde) per giocare sulla complementarietà dei colori. Fin qui non fa una piega. Arrivata a casa applico il correttore sul brufolo, faccio asciugare, passata di fondotinta e… il correttore magicamente sparisce facendo riemergere il malefico bubbone in tutta la sua magnificenza. Ho provato anche a fissarlo con ciprie etc etc ma nada, il correttore non rimane e se ne va a zonzo insieme al fondotinta.

IMG_0840

IMG_0843

Altro difetto? Mette in risalto tutta la texture della pelle, cosa che un correttore non deve MAI fare!

IMG_0844

Chi ha un minimo di pori dilatati non può permettersi di metterlo perchè sarebbe come mettere il cartello “ehi guarda i miei pori!!”

Bocciato categoricamente e cestinato subito.

KIKO: face brush duo

¡Holaa!

in questa review vi mostrerò un recente acquisto da Kiko che mi ha lasciato veramente sbalordita.

Il Face Brush Duo è un doppio pennello uscito insieme alla collezione Life in Rio di Kiko; presenta una parte le cui setole sintetiche sono a forma di lingua di gatto, ideali per la stesura di prodotti liquidi come fondotinta o correttori; la seconda parte sempre in setole sintetiche presenta una forma non comune tra i pennelli dei comuni mortali ma ormai diventata indispensabile per delineare le ombre del viso. Ebbene sì! Si tratta del pennello per il contouring! Tecnica usata già da anni dalle celebrities (Kim Kardashian ne è portavoce) ma che ha spopolato quest’anno tra le ragazze più giovani.

(Esempio di contouring & highlighting)

IMG_9818

IMG_9820

IMG_9821

Questo pennello è ottimo! Di certo non è economico (€15,90) ma non perde nè setole, che tra l’altro sono molto folte, nè colore.

Lo consiglio vivamente ed è un prodotto indispensabile per chiunque voglia cimentarsi nel contouring perchè si inserisce perfettamente nella cavità ossea sotto lo zigomo.

KIKO: shine lust lip tint

Dopo settimane di inattività causa esami, rieccomi finalmente a dedicare un po’ del mio poco tempo libero a questo blog. In questo periodo mi son data ai pazzi acquisti ma voglio procedere con ordine nelle recensioni lasciandovi i pezzi grossi (Lime Crime, MAC-Maleficent, Alexami..) più avanti eheh.

In questa review volevo presentarvi la tinta labbra effetto lucido, ma lucido tanto di Kiko. Premetto che non vado matta per i prodotti di questo brand ma delle volte riserva ottime sorprese. Nonostante i pregiudizi sul marchio e la mia predilezione verso il finish opaco, nessuno sa cosa mi abbia fatto prendere questa tinta labbra.

Il packaging è essenziale e al tempo stesso accattivante


IMG_9840

IMG_9841

L’applicatore è abbastanza comodo ma per le più pasticcione consiglio l’utilizzo di un pennello da precisione con cui prelevare il prodotto direttamente dalla testina.

Purtroppo non ricordo il colore che ho preso e Kiko non aiuta molto omettendolo dal contenitore :\

Il colore è uniforme e il gloss rimane esattamente al suo posto tutto il giorno; ho testato questo prodotto durante cene, aperitivi  e bevute in compagnia e anche se l’effetto bagnato scompare, le labbra rimangono comunque colorate; infatti è consigliabile l’uso di una matita labbra da stendere prima della tinta per delineare bene i contorni e per non cadere a fine serata nell’effetto “rossetto-sbavato-stile-joker” .

IMG_9837

IMG_9838

Questo è l’effetto appena steso: colore pieno e intenso. LO ADORO.

E adesso vi dirò un piccolo trucco che la sottoscritta usa per avere SEMPRE rossetto e blush abbinati senza spendere miliardi:

1. appena steso il la tinta labbra, tamponate delicatamente il rossetto con dei fazzolettini per togliere l’appiccicosiccio;

2. prendete l’anulare e, delicatamente, prelevate una leggerissima (mi raccomando) quantità di prodotto dalle labbra;

3. picchiettate delicatamente (come sempre) l’anulare sulla guancia ottenendo così un effetto naturale;

Mi raccomando, non esagerate nel prelevare il colore dalle labbra se non volete incorrere nell’effetto “pagliaccio”.

Make Up: Sfilata

Ciao a tutti! Questo è il mio primissimo articolo su i miei lavori di make up dopo il progetto SE7EN.

Oggi una mia amica per una sfilata mi ha inviato la foto dell’acconciatura che le era stata fatta dal parrucchiere ma, ahimè, più che dai capelli sono stata colpita dalle occhiaie violacee/blu tipiche del periodo pre-esame e il colorito un po’ malaticcio (è una mia compagna di classe e ammetto di essere nelle sue stesse condizioni se non peggio). Così ho pensato: Alessia pensaci tu!

In un battibaleno la modella si è catapultata a casa della sottoscritta intenta a mangiare i rimasugli delle uova di Pasqua.

Questo è il (meraviglioso) risultato:

f

Per il make up ci sono voluti una ventina di minuti e complessivamente è molto semplice. Ovviamente essendo una sfilata l’attenzione deve ricadere su vestiti e scarpe e non sul volto della modella, quindi ho optato per un look sobrio e nude che ha comunque risaltato i lineamenti eleganti della ragazza.

Prodotti usati:

– Correttore stick (medium), AVON

– Fondotinta mat lumiére (44), Chanel

– Cipria in polvere (fair), AVON

– Blush luminous, AVON

– Palette ombretti 24 carati (gleam of gold 1,4), AVON

– Precision eyeliner (black), KIKO

– Mascara SuperDrama (black), AVON

– Rossetto (berry glitz), AVON

KIKO: precision eyeliner black

Purtroppo gli esami chiamano e il tempo per fare recensioni è sempre meno ma vi prometto che non mollo. Quante tipologie di eyeliner esistono? Migliaia! Solidi, liquidi, gel, mousse, a penna, col pennino etc etc.

Uso l’eyeliner da quando avevo 14 anni e col tempo ho imparato a domare questo cosmetico taboo per molte donne. Ho sempre utilizzato eyeliner liquidi con pennino rigido come quello che vi presento oggi. Kiko è una marca di cosmetici italiana che penso molte di noi conoscano per la notevole quantità di negozi nelle nostre città. E’ un brand se vogliamo low cost anche se con il successo che ha ottenuto i prezzi sono aumentati. Questo è il “Precision Eyeliner

IMG_9562

Devo premettere una cosa: i prodotti liquidi per occhi di Kiko (eyeliner e mascara) tendono ad essere LIQUIDISSIMI all’inizio e questo causava una stesura orrenda del prodotto. Col tempo l’eyeliner si è leggermente addensato permettendo una stesura migliore. Quindi non buttatelo via dopo la prima applicazione, tenetelo un po’ lì (non fatelo assolutamente con altri cosmetici!!!).

IMG_9564

Il pennino è abbastanza comodo e ammetto che non si apre rovinosamente anche se è comunque impossibile tracciare una linea sottilissima; in genere è un pennino da tratto medio.

IMG_9373

questo è l’effetto sull’occhio; opaco e abbastanza intenso (anni e anni di tirocinio nell’applicazione di eyeliner)

Coooonclusione: se volete spendere poco (€ 7 ca.) e avete tempo di farlo seccare un poco allora è ok, se no puntate decisamente su altro.

VOTO: 6

Ah, durante la stesura di quest’articolo mi ha assistito un’ospite speciale, Gig, con tanto di posa per la foto.IMG_9566